Magritte5Se il piano da cui analizziamo la realtà fosse quello dell’assolutezza, dell’astrazione, il mondo ci sarebbe invivibile, oltreché incomprensibile.

Dato per buono questo postulato, potremmo dedurre che tutte le forme di idealizzazione e di astrazione cui la nostra mente ci conduce, rappresentano “deragliamenti” del pensiero, “effetti collaterali” dello strumento cerebrale.  

 
If the plan from which we analyze the reality was that of absoluteness, of abstraction, the world would be unlivable, as well as incomprehensible.

Stated this postulate, we could infer that all forms of idealization and abstraction of our mind, represent thought’s  “derailments” , brain’s “side effects”.