Di Ananio non sappiamo davvero niente. SoloFICO che fu contemporaneo del collega Ipponatte e che in qualche modo contribuì all’evoluzione dei metri giambici.
La tradizione d’altro canto è quasi sempre crudele e se non fosse per il buon Ateneo, di Ananio non ci resterebbero neanche i 18 versi che riusciamo a leggere.
I Giambografi sono interessanti per molteplici ragioni ma ammirabili sopratutto per la loro capacità di rappresentare un concetto qualsiasi come un evento tangibile. Una verità può essere infatti incredibilmente semplice eppure difficilissima da comunicare in modo efficace.

About Ananius we know exactly nothing. We are barely informed that he was a colleague of Hipponax and a master of iambic meter.
Tradition is indeed quite cruel and if not for Athenaeus we could not even read the 18 lines of Ananius we now owe.
Iambic Poets are of course intriguing for many reasons, admirable especially for their ability of depicting a concept as a pragmatical matter. A given truth could be incredibly easy, yet difficult to be communicated efficiently.   

εἴ τις καθείρξαι χρυσὸν ἐν δόμοις πολὺν
καὶ σῦκα βαιὰ καὶ δύ’ ἢ τρεῖς ἀνθρώπους,
γνοίη χ’ ὅσῳ τὰ σῦκα τοῦ χρυσοῦ κρέσσω.


Se uno chiudesse in un stanza molto oro
insieme a pochi fichi e due o tre persone,
capiresti subito quanto i fichi valgono più dell’oro.

[Tradotto da Vito Paolo DPS]


If someone locked a lot of gold up in a house
with two or three people, and a small amount of figs,
he’d soon find out how much more figs are worth than gold.

[Translated by M.L. West]