Odio i doppi vetri,
c’era un tempo di rumori indelicati,
di silenzi sempre assenti.

C’era una volta il ritmo di tacchi stonati,
tacchi che raccontavano di un arrivo sperato
o di un sogno momentaneo,
tacchi che incutevano timore,
tacchi che parlavano d’altri,
tacchi che scandivano il tempo ed il luogo.

Adesso, sono solo
ed odio i doppi vetri

Marco M.

IMG_3339

I hate double glazing,
there was a time of tactless noises
of always absent silences.

Once upon a time the rhythm of clashing heels
heels telling of hoped coming
or of temporary dreams,
heels inducing fear,
heels speaking of others,
heels marking the time and the space.

Now, I am alone
and I hate double glazing.

 Marco M.